Questo sito utilizza cookie. Utilizzando i nostri servizi, si accettano le modalità d'uso dei cookie.

Privacy e Cookie
isonzo

 

 

Obiettivo del progetto

PROGETTO PARCO TRANSFRONTALIERO ISONZO – SOČA
(Durata: 01.04.2017- 30-06-2022, dotazione finanziaria: 5.000.000 Euro)

Programma Interreg V-A Italia-Slovenia

 

Il progetto si è posto l'obiettivo di conservare e valorizzare il patrimonio naturale e culturale dell'area transfrontaliera lungo il fiume Isonzo, in un'ottica di accrescimento della sua attrattività dal punto di vista turistico e ricreativo.

Cosa prevede il progetto

Il progetto ha voluto promuovere e aumentare la fruibilità, anche da parte dei residenti, del territorio transfrontaliero attraversato dal fiume Isonzo nei Comuni di Gorizia, Nova Gorica e Šempeter-Vrtojba, migliorando l'accessibilità e la mobilità sostenibile dell'area. Si è proposto inoltre di aumentare l'attrattività del territorio, promuovendolo come destinazione turistica.
Il progetto ha previsto la realizzazione di una rete transfrontaliera comune di percorsi ciclabili e pedonali che formerà un parco urbano transfrontaliero, la predisposizione di infrastrutture ricreative che valorizzeranno il territorio quale destinazione turistica ed infine la costruzione di un brand identificativo per una comunicazione più efficace capace di intercettare anche i flussi di visitatori non locali.
Nello specifico, il progetto ha previsto la realizzazione, nei territori di Gorizia, Nova Gorica e Šempeter- Vrtojba, di una rete transfrontaliera di percorsi ciclopedonali lungo il fiume Isonzo e lungo il confine di stato che collega Salcano a Šempeter- Vrtojba. Entro il 2021 sono stati realizzati consistenti lavori infrastrutturali, che hanno migliorato la fruibilità dell'area e ne hanno aumentato l'attrattività per cittadini e turisti. 

Beneficiario unico

Il GECT GO ha gestito il progetto in qualità di beneficiario unico. Si tratta del primo caso, su scala europea, di attuazione di una strategia comune da parte di un beneficiario unico. Il GECT GO si è occupato della progettazione e della realizzazione delle infrastrutture, in modo da coordinare gli interventi di finanziamento, armonizzare le fasi progettuali ed esecutive degli appalti pubblici ed adottare una strategia comune di comunicazione e promozione.
Enti attuatori: Comune di Gorizia, Mestna občina Nova Gorica, Občina Šempeter- Vrtojba

Pianificare insieme il territorio transfrontaliero

Per realizzare le infrastrutture previste dal progetto Isonzo, il GECT GO ha potuto decidere se applicare la normativa slovena oppure la normativa italiana nel diritto applicabile sugli appalti. I consigli comunali dei tre Comuni di Gorizia, Nova Gorica e Šempeter-Vrtojba hanno approvato un atto con cui hanno delegato l'Assemblea del GECT GO a decidere di volta in volta quale normativa applicare. Si è tratto della prima delibera adottata da tutti e tre i consigli comunali, che pone le basi per una metodologia unitaria di pianificazione del territorio delle tre città.

PIANO STRATEGICO PER LA VALORIZZAZIONE DEL PARCO NATURALE TRANSFRONTALIERO ISONZO-SOČA

A novembre 2022 si è concluso il progetto ITI Isonzo-Soča, nell’ambito del quale i tre comuni del GECT GO hanno acquisito una nuova rete di piste ciclabili e pedonali, un parcheggio per i camper e la passerella sull’Isonzo.

Il piano strategico per la valorizzazione del parco naturale transfrontaliero Isonzo-Soča è partito innanzitutto da uno studio integrato dell’area transfrontaliera del GECT GO per individuare le potenzialità chiave a livello turistico. Il piano si è posto l'obiettivo di aumentare il numero di visitatori dell’area e di diversificare l’offerta turistica puntando sulla gastronomia e sulla bicicletta. Ha inoltre creato un Ring (anello) ciclabile, che, oltre a costituire un’attrazione turistica, può essere utilizzato dai cittadini come “tangenziale della biciletta” per gli spostamenti quotidiani.

La strategia elaborata ha preso in considerazione aspetti economici, ma anche ambientali, infrastrutturali, trasportistici, culturali, storici e sociologici ed è stata preceduta da un confronto con numerosi soggetti del territorio (dall’Università agli albergatori, dalle associazioni ambientali a quelle culturali, per fare alcuni esempi). 

Il Piano strategico è stato modificato, aggiungendovi una seconda parte, derivante dall'implementazione dell'action plan del progetto Cyclewalk. L'obiettivo del piano d'azione era quello di consentire a un processo decisionale basato sull'evidenza, in modo da selezionare le misure prioritarie per promuovere il nuovo Parco Isonzo-Soča.

È un documento vivo, che i comuni possono modificare e migliorare in ogni momento.

Trovate qui la relazione sull'attuazione del piano d'azione, con i suoi due allegati.

Cyclewalk REPORT action plan implementation

REPORT 1 Intermodality audit

REPORT 2 usage monitoring

 

Potete anche sfogliare la galleria fotografica

INTERVENTI INFRASTRUTTURALI

Lotto 1. Opere infrastrutturali per l'area ricreativa di Vrtojba- Camp Vrtojba

 

I lavori del Lotto 1 si sono conclusi a novembre 2022.

Lotto 2. Passerella sul fiume Isonzo a Salcano e piste ciclabili di collegamento con la ciclabile Solkan-Plave.

Lotto 2. Passerella sul fiume Isonzo a Salcano e piste ciclabili di collegamento con la ciclabile Solkan-Plave. 

I lavori del Lotto 2 si sono conclusi a novembre 2022.

Lotto 3. Progetto di realizzazione di un itinerario ciclabile e pedonale lungo il confine. Percorso Transalpina.

Realizzazione di un percorso ciclopedonale che collega Salcano, attraverso via degli Scogli e via Kolodvorska pot., attraverso la Piazza Europa/Transalpina, fino alla Erjavčeva ulica e via San Gabriele. Da qui i percorsi esistenti consentono di proseguire fino al valico del Rafut. Dal Rafut la ciclovia prosegue a sud verso Vrtojba e più oltre fino Miren. 

I lavori del Lotto 3 si sono conclusi a novembre 2022. 

Lotto 4. Realizzazione di percorsi pedonali e ciclabili lungo l'Isonzo da via degli Scogli a Parco Piuma e fino a Straccis e lungo l'asse trasversale dal Parco Piuma a via San Gabriele.

La prima ciclovia in oggetto collega Salcano, attraverso via degli Scogli, al Ponte del Torrione e prosegue attraverso via dei Cordaioli fino alla passerella pedonale di Straccis. Costituisce pertanto il tratto goriziano della FVG 5 “Ciclovia dell’Isonzo” come indicata nel Piano Paesaggistico Regionale che, dal ponte di Straccis, prosegue lungo l’Isonzo negli altri comuni della provincia goriziana fino a Grado.

Il secondo itinerario collega via San Gabriele al ponte del Torrione attraverso via Generale Scodnik, via Brass e viale XX settembre. La ciclovia in oggetto realizza il collegamento est-ovest come previsto nel Piano integrato di marketing territoriale.

Il progetto ha previsto la messa a rete di tutti gli itinerari ciclo-pedonali esistenti nell’ottica di offrire un unico circuito di fruizione ciclabile del territorio del GECT GO e pertanto ha previsto un percorso sulla sponda opposta a prosecuzione dell’itinerario Salcano-Plave.

In 2018 è stata istituita una zona a velocità limitata a 30 km/h nell’area di via degli Scogli, via Brigata Etna, via Angolo, via delle Sassaie e via Antonio Cappellaris, per favorire la mobilità ciclabile e pedonale ed è stato realizzato un primo percorso ciclo-pedonale lungo l’Isonzo presso il confine di Salcano. 

Il lotto 4 ha previsto altresì un percorso pedonale per la fruizione di un tratto delle sponde dell’Isonzo e un itinerario ciclo-pedonale di fruizione dell’area agricola di Salcano.

Sono stati realizzati alcuni percorsi ciclo- pedonali nell’area agricola posta lungo l’ansa dell’Isonzo, tra Salcano e via degli Scogli. I percorsi permettono la fruizione di un’area paesaggistica di grande interesse, consentendo ai turisti la conoscenza diretta delle produzioni della rosa di Gorizia e delle vigne vocate alla produzione dell’Isonzo doc.

Sono stati ripristinati alcuni percorsi pedonali che consentono di raggiungere le sponde del fiume Isonzo e delle spiagge naturali di grande bellezza.

I lavori del Lotto 4 si sono conclusi a novembre 2022.

Notizie correlate

  • 22.09.2023

    Con la bici da Brda a Gorizia e Nova Gorica

    A settembre, la rete transfrontaliera di piste ciclabili è stata ulteriormente rafforzata con un nuovo collegamento ciclabile, realizzato da GECT GO in collaborazione con il Comune di Brda, San floriano ...

    Leggi l'articolo
  • 21.06.2023

    Alla scoperta delle nuove piste ciclabili transfrontaliere del GECT GO

    Il GECT GO, insieme ai sindaci dei suoi tre comuni fondatori (Gorizia, Nova Gorica e Šempeter-Vrtojba), ha presentato oggi la mappa delle nuove ciclabili transfrontaliere percorrendone un tratto accompagnato da ...

    Leggi l'articolo
  • 15.02.2023

    Qual è il vostro rapporto con il fiume Isonzo?

    Conosci il fiume Isonzo? Un gruppo di ricercatrici sta studiando il rapporto tra le persone e il fiume Isonzo. Lo studio è eseguito da un gruppo di ricercatrici in idrologia ...

    Leggi l'articolo

Eventi correlati

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi aggiornamenti mensili sulle nostre attività