Questo sito utilizza cookie. Utilizzando i nostri servizi, si accettano le modalità d'uso dei cookie.

Privacy e Cookie

Inaugurazione della passerella sull'Isonzo a Salcano

14.10.2022
brv odprtje

Oggi, l'area transfrontaliera di Gorizia, Nova Gorica e Šempeter-Vrtojba si arricchisce di una nuova struttura che collegherà ulteriormente le due sponde del fiume Isonzo ed entrambi i paesi. Ciò è stato reso possibile dalla costruzione di una nuova passerella ciclopedonale sul fiume Isonzo, situata presso il Kayak Center a Salcano.  

Il comune di Nova Gorica ha investito in una nuova pista ciclabile di collegamento sulla sponda destra del fiume Isonzo, che oggi è stata aperta insieme alla passerella, e che permette il collegamento con la pista ciclabile esistente in direzione Plava e la futura pista ciclabile per San Mauro in Italia.  

La passerella consente un collegamento sicuro e attraente alle piste ciclabili regionali, e allo stesso tempo include nuovi collegamenti interurbani transfrontalieri tra Nova Gorica, Gorizia e Šempeter-Vrtojba. Nell'ambito del progetto Isonzo-Soča, finanziato dal programma Interreg Italia-Slovenija 2014-2020, il nostro territorio transfrontaliero acquisiranno nuove opportunità ricreative per residenti e visitatori costruendo collegamenti o percorsi ciclabili mancanti sui versanti italiano e sloveno. Alla fine del mese di ottobre, il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale completerà i lavori sulle piste ciclabili e pedonali per una lunghezza complessiva di 14 km e metterà in funzione l'intera rete. 

GECT GO ha realizzato la passerella nell'ambito del progetto Isonzo-Soča del programma Interreg Slovenija-Italia 2014-2020. Con questo progetto viene istituita una rete transfrontaliera comune di percorsi ciclopedonali, creando un parco urbano transfrontaliero tra Nova Gorica, Gorica e Šempeter-Vrtojba. "Questo mira da un lato a migliorare la qualità della vita nel nostro territorio migliorando le condizioni per una mobilità sostenibile e attiva dei residenti, e dall'altro, con questi investimenti vogliamo rafforzare l'attrattività del nostro territorio transfrontaliero per i visitatori e turisti. È un punto di partenza, un'infrastruttura di base, che vogliamo ampliare e potenziare nei prossimi anni, anche collegando prodotti e servizi turistici integrati, il che contribuirà senza dubbio al riconoscimento del territorio come nuova meta turistica e ricreativa", sottolinea il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale GECT GO. 

La passerella è solo l'oggetto più visibile e rappresentativo di tutto il progetto, per il quale GECT GO ha stanziato 5 milioni di euro. La costruzione della passerella sull'Isonzo a Salcano è stato un progetto eccezionale sotto diversi aspetti. Si tratta di uno degli investimenti infrastrutturali più grandi e impegnativi mai finanziati dal programma di cooperazione transfrontaliera dell'UE (Interreg). Il ponte sospeso, o passerella, ha una campata di 120 m, una larghezza di 3 m, mentre l'altezza dei due piloni di sostegno è di 14,5 m. È importante per il nostro territorio perché permette di superare le difficoltà dei collegamenti ciclabili e dei percorsi pedonali sull'asse nord – sud ed est - ovest. In questo modo, non solo rafforziamo il collegamento del più bel fiume d'Europa con il nostro territorio, ma lo apriamo e lo integriamo nella più ampia area transfrontaliera, arricchendone così il potenziale turistico ed economico. Il fiume Isonzo rappresenta per i territori di Gorica, Nova Gorica e Šempeter-Vrtojba, il patrimonio di un'identità comune dal punto di vista del paesaggio, delle risorse naturali e della biodiversità, che vogliamo ulteriormente valorizzare. Come sottolinea Tomaž Konrad, vicedirettore di GECT GO, "la passerella, il parco ricreativo di Vrtojba e tutte le vie di collegamento intermedie si collegano e offrono una nuova vista sul fiume, il parco sportivo di Salcano con il kayak center, i campi agricoli di Salcano, Piazza Transalpina, e le vicine colline del Collio a ovest e sulle colline di Bilje e Vrtojba a sud o al ricco scenario naturale dell'entroterra delle nostre tre città, Nova Gorica, Gorica e Šempeter.»  

La direttrice del Gruppo europeo per la cooperazione territoriale Romina Kocina ha spiegato: "La passerella sull'Isonzo è un importante traguardo professionale di GECT GO, che conferma la competenza e la tenacia di questo team nella gestione di progetti complessi. È stato sicuramente un progetto importante, a lungo termine e a volte molto impegnativo, e dimostra che i progetti strategicamente importanti possono essere realizzati solo con la volontà e il sostegno dell'area comune e delle istituzioni."

La responsabile dell'ente di gestione del programma Interreg Italia - Slovenia, Laura Comelli, sottolinea l'importanza della cooperazione transfrontaliera: "Con i progetti finanziati dal Programma Interreg Italia Slovenia 2014-2020, la cooperazione transfrontaliera nel nostro territorio ci sorprende sempre di creando risultati concreti, duraturi e utili non solo per gli abitanti, ma anche per la stessa Europa. Ci dà una prova tangibile della qualità dei risultati e dell'efficienza nell'uso dei fondi pubblici. In questo contesto si inserisce bene il progetto Isonzo-Soča, che fa parte di un investimento territoriale integrato finanziato da un programma con un budget totale di dieci milioni di euro. Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti, che aggiungono un elemento molto importante alla mobilità transfrontaliera dalla sorgente alla foce del fiume Isonzo, che può essere indicato come la migliore pratica di cooperazione in Europa". 

Per la cerimonia di apertura della passerella e del nuovo collegamento ciclabile è stato effettuato il taglio del nastro da parte del presidente Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale GECT GO Paolo Petiziol, il sindaco del Comune di Nova Gorica, dott. Klemen Miklavič, Sindaco del Comune di Gorica, Rodolfo Ziberna, sindaco del Comune di Šempeter-Vrtojba Milan Turk e la responsabile dell'ente di gestione del programma Interreg Italia-Slovenia, Laura Comelli. Dal Kayak Center di Salcano, accompagnati da società sportive, hanno percorso la passerella fino alla riva destra del fiume Isonzo, dove sono stati raggiunti dal sindaco del comune di San Floriano Franca Padovan, dal sindaco del comune di Brda Franc Mužič e dalla sindaca del comune di Kanal Tina Gerbec, che ha evidenziato il collegamento dell'evento e la cooperazione dei comuni vicini nell'area transfrontaliera. L'apertura della passerella e dei nuovi collegamenti ciclabili è stata animata da molte associazioni sportive, ballerini e musicisti da entrambi i lati del confine. 

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi aggiornamenti mensili sulle nostre attività