Questo sito utilizza cookie. Utilizzando i nostri servizi, si accettano le modalità d'uso dei cookie.

Privacy e Cookie

I vincitori di NextGen GO! 2025 a Bruxelles

11.10.2022
Bruxelles nextgen

Forse vi ricorderete che a giugno 2022 abbiamo premiato i progetti di studenti di scuole slovene e italiane (potete rifrescarvi la memoria qui).

In breve, tutto è iniziato il 9 maggio 2022, quando, in occasione della giornata dell’Europa, si è svolto il primo evento del progetto NextGen GO!2025, finanziato dall’European education and culture executive agency.

Alla conferenza Nataša Šip, dell'ufficio Comunicazione, Partenariati e Reti della Commissione Europea; Tanja Fajon, del Parlamento Europeo, Sandra Sodini, Direttrice del Servizio Relazioni Internazionali e Programmazione Europea della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, e Kaja Širok, l’allora CEO del Zavod GO!2025, hanno presentato l’Europa e il suo funzionamento oltre alla candidatura di Nova Gorica – Gorizia Capitale europea della cultura 2025. Gli studenti hanno poi utilizzato le conoscenze apprese su GO! 2025 per creare dei progetti in gruppi misti di studenti italiani e sloveni.

Il 9 giugno abbiamo premiato i progetti vincenti presso l’Auditorium del Slovenski šolski center a Gorizia. I primi due classificati sono stati premiati con un viaggio a Bruxelles alla scoperta delle istituzioni europee.

Il primo classificato è il progetto “Prijateljstvo senza confini” degli studenti Zala Flospergher (Šolski center Gorica - S. Gregorčič), Irene Lauto (ISISS D’Annunzio – Liceo Linguistico​), Luka Frandolič e Mojca Lipušček (Gimnazija Nova Gorica). Il loro progetto mira a promuovere attività ricreative ed educative per persone di tutte le età provenienti dall'Italia e dalla Slovenia.

Il progetto ha ricevuto il punteggio più alto in quanto è stato giudicato dalla commissione come più completo e strutturato. Prende in considerazione tutti I cittadini, dai più piccoli ai più anziani.

Il secondo progetto classificato porta il nome “GO Park” ed è stato presentato dagli studenti Janiki Cingeli (Šolski center Gorica - S. Gregorčič), Alice Scaramuzza (ISIS D’Annunzio – Liceo Linguistico​), Timotej Rebek e Matic Simčič (Gimnazija Nova Gorica). Il progetto consiste nell’identificazione delle aree abbandonate o scarsamente collegate sul confine e riconvertirle in percorsi ciclabili.

Il progetto è piaciuto alla commissione per il tema verde e di riqualificazione della città.

I vincitori, accompagnati dai docenti e dal GECT GO, sono stati a Bruxelles per scoprire più da vicino le istituzioni europee a Bruxelles.

Gli studenti hanno partecipato con grande interesse al programma. Il primo giorno hanno visitato il Comitato europeo delle regioni, dove il dott. Slaven Klobucar ha presentato le principali attività del Comitato, le modalità di lavoro e ha descritto agli studenti lo strumento europeo dei Gruppi europei di cooperazione territoriale (GECT), complimentandosi con il locale GECT GO per il suo lavoro. In seguito, il gruppo ha avuto modo di visitare gli spazi dell'istituzione, assaporando da vicino il lavoro del Comitato proprio durante una delle settimane più intense dell'anno: la Settimana europea delle regioni e delle città, il più grande evento annuale dedicato alla politica di coesione. 

Nel pomeriggio, gli studenti hanno avuto l'opportunità di visitare la Casa della Storia Europea, un museo che ha presentato al gruppo i fenomeni transnazionali che hanno plasmato il nostro continente. Durante la visita, gli studenti hanno potuto comprendere le esperienze comuni dei Paesi europei e conoscere le diverse interpretazioni e prospettive sulla complessa storia del continente europeo. 

Prima della fine della giornata, gli studenti sono stati accolti dal dott. Marko Makovec al Servizio europeo per l'azione esterna (SEAE), dove hanno conosciuto da vicino l'organo diplomatico dell'Unione europea, il suo lavoro e alle sue politiche. Gli studenti si sono dimostrati molto interessati soprattutto alle attuali relazioni internazionali dell'UE con i vicini Balcani, la Russia, l'Ucraina, gli Stati Uniti e la Cina. 

Il secondo giorno, gli studenti sono stati accolti al mattino dal parlamentare europeo Matjaž Nemec. Originario del nostro territorio, è stato felice di rivolgersi agli studenti, spiegando loro il funzionamento del Parlamento europeo e presentando loro lo svolgimento di una tipica giornata da europarlamentare. Gli alunni hanno visitato l'emiciclo del Parlamento europeo e hanno posto molte domande sulle questioni politiche di cui si occupa il Parlamento attualmente. Dopo una breve visita al Parlamentarium, dove gli studenti hanno appreso la storia dell'Unione europea, si sono spostati al Consiglio dell'Unione europea. Qui il gruppo ha visitato gli spazi aperti al pubblico, dove i rappresentanti dei governi degli Stati membri discutono e approvano le politiche dell'UE.  

Oltre alle visite alle istituzioni europee, gli studenti hanno avuto l'opportunità di fare anche i turisti in questa città: abbiamo potuto passeggiare per la città, assaggiare il cibo locale, visitare il museo del cioccolato “Belgian chocolate village” e le altre attrazioni della città. 

Scoprite come è andato il loro viaggio dalle foto.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi aggiornamenti mensili sulle nostre attività