Questo sito utilizza cookie. Utilizzando i nostri servizi, si accettano le modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più sull'utilizzo nel sito e per leggere come disabilitarne l'uso:

Privacy e Cookie

Nova Gorica e Gorizia, due città unite nel progetto GO! 2025

08.05.2018
isonzo dal sabotino

L’8 maggio, a Nova Gorica, il Comune di Nova Gorica ha organizzato un dibattito, aperto al pubblico, in collaborazione con il Kulturni dom di Nova Gorica e con il supporto mediatico delle Primorske novice dedicato alla candidatura di Nova Gorica a capitale europea della cultura 2025.  

La candidatura viene interpretata dalla maggioranza delle persone come una grande sfida e allo stesso tempo come un’opportunità per il risveglio della Goriška, per ottenere un ulteriore miglioramento della qualità della vita nella città di Nova Gorica e nella regione circostante, nonché maggiori opportunità per l’imprenditoria, un’offerta culturale ancora più ricca, più visite turistiche e soprattutto più attività promozionale, sia a livello locale che internazionale.

Come sottolineato nella parte introduttiva del dibattito dal sindaco del Comune di Nova Gorica Matej Arčon, la candidatura di Nova Gorica è rappresentativa, in realtà, dell’intera regione che va dalle sorgenti dell’Isonzo alle foci. La candidatura per ora è stato soltanto annunciata, e verrà presentata nell’autunno 2019. Fino ad allora, pertanto, devono concludersi tutti i lavori necessari all’assunzione di un simile impegno. Di questi lavori fa parte anche invito, rivolto al tessuto culturale, a presentare le proprie proposte progettuali come contributo al programma ECOC. proposte che verranno raccolte fino a ottobre 2018 dal gruppo di lavoro per la preparazione della candidatura. Per l’invio delle proposte e per ogni altra informazione è già disponibile una sezione apposita del sito internet del Comune di Nova Gorica, raggiungibile all’indirizzo www.nova-gorica.si/EPK/ .

Nel 2025 il titolo di Capitale europea della cultura verrà riconosciuto a una città slovena. Fin ora la candidatura è stata annunciata ufficialmente da tre città slovene, e cioè Ljubljana, Lendava e Nova Gorica. Quest’ultima è una città a contatto con tre culture europee – slava, italiana e germanica. Assieme alla città di Gorizia è l’erede di antiche aristocrazie. Attraverso le proprie costruzioni nuove, poi, è storia viva dell’Europa del dopoguerra. Questo territorio è sopravvissuto a dodici offensive nel corso della sanguinosissima Prima guerra mondiale ed è stato diviso dalla cortina di ferro a seguito della Seconda. Nova Gorica, la città nata da poco, e Gorizia, antico centro della regione goriziana, le città della guerra e della pace, le città della storia, moderne, universitarie, collaborative, che respirano e vivono insieme sono certamente un luogo interessante e per niente ordinario, ricco di spirito europeo, adatto a diventare Capitale europea della cultura. Il titolo Capitale europea della cultura è un’opportunità, perchè tutti questi fattori si uniscano e diventino interessanti per il pubblico europeo, che è alla ricerca di tradizione ma anche di contemporaneità, di originalità, ma anche di riconoscibilità.

Il primo e principale obiettivo del progetto ECOC è migliorare la qualità della vita degli abitanti in città e nell’area circostante. Si tratta in particolare di un’opportunità unica, affinché tutte le risorse dell’area di confine si uniscano, attraverso la cooperazione culturale, dando vita a una nuova entità culturale, turistica, economica e formativa, in grado di potenziare gli investimenti e lo sviluppo economico di quest’area, e di attirare gruppi turistici interessati al mondo della cultura, come pure di regalare agli abitanti di oggi e di domani un livello più elevato di qualità della vita. Le decisioni relative a  come affrontare la pianificazione, i preparativi, i lavori e i prossimi passi all’interno dell’iter di realizzazione di questo progetto, sono lasciati alla città stessa, che organizza la propria candidatura in maniera coerente con le proprie direzioni strategiche, i propri obiettivi e programmi di sviluppo, nonché nel rispetto delle proposte, volontà e desideri della cittadinanza, prendendo inoltre in considerazione anche gli interessi delle altre comunità esistenti su questo territorio, per realizzare insieme un modello di sviluppo regionale sostenibile e strutturato.

Nella parte introduttiva del dibattito che si è svolto ieri il sindaco di Nova Gorica ha comunicato che la decisione di candidarsi è stata una tra le più difficili affrontate negli ultimi otto anni dal suo governo. Ciò soprattutto a causa della consapevolezza che la candidatura è un grande obbligo e allo stesso tempo una responsabilità. Arčon si è detto soddisfatto del fatto che la candidatura sia stata sostenuta in modo unitario dal consiglio comunale di Nova Gorica, come pure di avere ricevuto sostegno da parte degli altri sindaci presenti al consiglio regionale della Primorska del Nord.

Anche il sindaco Ziberna ha espresso nei confronti della candidatura il pieno appoggio in nome della città di Gorizia. Come lui stesso ha saputo dire in modo efficace “ sarà proprio Gorizia a passare a Nova Gorica il pallone per il gol della vittoria”.

Già un anno fa il Comune di Nova Gorica ha nominato un gruppo di lavoro, guidato dalla dott.ssa Neda Rusjan Bric, che ha redatto le linee base del progetto di candidatura. Mediante l’invito, pubblicato ieri, relativo alla presentazione di idee per la candidatura, il Comune di Nova Gorica desidera invece coinvolgere il pubblico in senso ampio, e cioè sia i singoli che il mondo delle associazioni e delle istituzioni e tutti coloro che possono contribuire al progetto inviandoci le proprie idee. Le proposte pervenute saranno raccolte e soppesate con attenzione dal gruppo di lavoro, che le utilizzerà per la preparazione dei contenuti della candidatura. Tutte le informazioni necessarie sono disponibili sul sito internet del Comune di Nova Gorica all’indirizzo www.nova-gorica.si/EPK/. Presso il municipio di Nova Gorica è inoltre già all’opera l’ufficio EPK GO! 2025, raggiungibile via posta elettronica all’indirizzo epk2025@nova-gorica.si e al numero telefonico 05 335 03 58. Come sottolineato durante il dibattito di ieri dalla dot.ssa Neda Rusjan Bric, direttore della candidatura, e da Ana Zavrtanik Ugrin, vicesindaco e coordinatrice del progetto, il senso profondo della candidatura è che essa venga sentita e plasmata dalla comunità, perché solo in tal modo il progetto conseguirà un buon livello qualitativo e potrà vivere in senso pieno. http://www.nova-gorica.si/EPK/

 

Archivio