Questo sito utilizza cookie. Utilizzando i nostri servizi, si accettano le modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più sull'utilizzo nel sito e per leggere come disabilitarne l'uso:

Privacy e Cookie

Laboratorio culturale transfrontaliero “Gorizia/Nova Gorica: la sfida di uno sviluppo a trazione culturale”

23.10.2019
GO Borderless FB

Nell’ambito della candidatura di Nova Gorica e Gorizia a Capitale Europea della Cultura 2025 si tiene oggi, a partire dalle ore 11.00 nel salone di rappresentanza della Prefettura di Gorizia (Piazza della Vittoria n. 64), il Laboratorio Culturale Transfrontaliero “Gorizia/Nova Gorica: la sfida di uno sviluppo a trazione culturale”.


PROGRAM – PROGRAMMA:

10:30 Dobrodošlica s kavo – Caffe di benvenuto

11:00 Pozdravni nagovori – Saluti delle Autorita

11:15 Prestolnice in pokrajine: Transnacionalni pristop h kulturnemu ovrednotenju – Capitali e distretti. Un approccio transnazionale alla valorizzazione culturale (Giorgio Andrian, strokovnjak Unesca – esperto Unesco)

11:30 GO! Borderless. Kandidatura brez omejitev! – Una candidatura senza limiti (Vesna Humar, koordinatorka EPK skupine – Coordinatrice gruppo ECOC)

11:40 Bid Book kandidature. Struktura, časovnica in sestava – Il Bid Book della candidatura. Struttura, scadenze e composizione (Lorenzo De Sabbata, ISIG)

11:45 Kultura spodbuja razvoj: izzivi in priložnosti za sedanjo in prihodnjo Evropo – Lo sviluppo a trazione culturale: sfide ed opportunita per l’Europa del presente e del futuro
(Cristina Loglio, strokovnjakinja za evropske in italijanske kulturne politike – esperta di politiche culturali europee e italiane; Emmanuele Curti, Matera Evropska prestolnica kulture
2019 – Matera Capitale Europea della Cultura 2019; Massimiliano Zane, kulturni kreativec – progettista culturale; Pavla Jarc, predsednica Združenja kulturnih domov in ustanov Slovenije – esperta di politiche culturali slovene)

12:45 Razprava – Dibattito GO! Borderless

13:00 Novinarska konferenca – Incontro con la stampa

 

L'evento è organizzato dai Comuni di Gorizia e Nova Gorica con il supporto del GECT GO e di ISIG.

Archivio