Questo sito utilizza cookie. Utilizzando i nostri servizi, si accettano le modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più sull'utilizzo nel sito e per leggere come disabilitarne l'uso:

Privacy e Cookie

I tre sindaci hanno tagliato la rete tra via degli Scogli e Pot na Breg

13.02.2019
taglio rete

Oggi, 13 febbraio 2019, i sindaci dei tre Comuni fondatori del GECT GO hanno tagliato la rete che separa via degli Scogli da Pot na Breg a Salcano. Il taglio della rete dà avvio, simbolicamente, ai lavori di costruzione dei percorsi ciclopedonali previsti dal progetto Isonzo- Soča, finanziato dal Programma Interreg V-A Italia- Slovenia 2014-2020.

“Questo non è il solito taglio di una rete- ha dichiarato Klemen Miklavič, sindaco di Nova Gorica-. È l’inaugurazione di un progetto tangibile. L’inizio dei lavori rappresenta un passaggio importante per le nostre tre città. I percorsi ciclopedonali porteranno benefici economici, ma non dobbiamo dimenticare la nostra più grande sfida: la pianificazione territoriale congiunta. Solo in questo modo possiamo garantire al territorio transfrontaliero prospettive di sviluppo significative”.

“Con questo atto simbolico stiamo passando a fatti concreti- ha detto Rodolfo Ziberna, sindaco di Gorizia-. Il taglio della rete rappresenta un modo per favorire la relazione tra Italia e Slovenia: tre città, tre comunità diverse potranno toccare con mano l’Europa che vogliamo”.

Anche Milan Turk, prima cittadino di Šempeter-Vrtojba, ha posto l’accento sulla concretezza, spostando poi l’attenzione sull’imminente inizio dei lavori del primo lotto, che prevedono la realizzazione di opere infrastrutturali per l’area ricreativa di Vrtojba. “Questo di oggi è solo il primo di una serie di eventi inaugurali. Entro la fine dell’estate- ha detto- ci ritroveremo tutti a Vrtojba per inaugurare l’area ricreativa di Vrtojba”  

I lavori infrastrutturali del progetto, la cui conclusione è prevista entro il 2021, miglioreranno la fruibilità dell'area e ne aumenteranno l'attrattività per cittadini e turisti. Il progetto Isonzo- Soča ha una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro e prevede la realizzazione di una rete transfrontaliera comune di percorsi ciclabili e pedonali che formerà un parco urbano transfrontaliero, la predisposizione di infrastrutture ricreative che valorizzeranno il territorio quale destinazione turistica ed infine la costruzione di un brand identificativo per una comunicazione capace di intercettare anche i flussi di visitatori non locali. 

Archivio