Questo sito utilizza cookie. Utilizzando i nostri servizi, si accettano le modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più sull'utilizzo nel sito e per leggere come disabilitarne l'uso:

Privacy e Cookie

ECoC 2025 - International Project and Ideas Competition

Poster International Architecture Competiton- ECoC 2025

 

Banner_InternationalCompetition

      

 

CONTESTO STORICO

Dopo la Seconda guerra mondiale il territorio di Gorizia fu diviso tra l'Italia e l'ex Jugoslavia. Gorizia rimase nella parte italiana, mentre la maggior parte del territorio, assieme ad alcuni insediamenti più piccoli intorno a Gorizia, fu assegnato alla Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia, oggi Repubblica di Slovenia. Visto che la regione, nella parte slovena, era rimasta senza un centro amministrativo, nel 1947 ebbero inizio i lavori per la costruzione di Nova Gorica, una nuova e moderna città di nuova fondazione a nord della stazione ferroviaria.

A causa della creazione del nuovo confine statale che divideva in due l’esistente tessuto urbano di Gorizia, si formarono ampie "zone cuscinetto" ai bordi di entrambe le città che impedirono il contatto diretto tra dette zone, facendole sviluppare autonomamente.

Con il dissolvimento della Jugoslavia e la nascita di un'Europa unita ed allargata nel 1991, Gorizia e Nova Gorica, le due città un tempo divise da guerre, videro nuove opportunità di collegamento tra le singole zone separate e la possibilità di unire territorialmente le due città in una struttura urbana uniforme.

ruspa

Nel 2019 Nova Gorica e Gorizia si sono prefissate un obiettivo ambizioso: ottenere il titolo transfrontaliero di Capitale europea della cultura 2025. Indipendentemente dal successo della candidatura, le due Amministrazioni comunali, sostenute dal GECT GO, hanno deciso di continuare il processo di unificazione delle due città pianificando un'area centrale comune sul confine di stato, nell'area della stazione ferroviaria di Nova Gorica.

OBIETTIVI DEL CONCORSO

L'obiettivo del concorso internazione è la riqualificazione urbana dell'area antistante alla stazione ferroviaria (ora divisa a metà dal confine di Stato) con la creazione di una nuova piazza- Piazza Transalpina e di un centro transculturale chiamato EPICenter.

Lo scopo di questo concorso internazionale è trovare una soluzione progettuale per un'area frammentata e riunificare le città, un tempo divise da un confine che non costituisce più una barriera fisica nell'odierna Unione europea.

I promotori desiderano inoltre acquisire delle idee per la riqualificazione di un'area urbana più ampia lungo il confine, da Salcano a Casa Rossa. Sviluppare un simile ampio contesto è un'opportunità unica, non facilmente reperibile in altre città. Diventa il punto di partenza per un nuovo programma di riqualificazione urbana o di uno che consenta la sostituzione di tutte o alcune delle funzioni attualmente esistenti.

AREA DEL CONCORSO

Il concorso è diviso in due parti:

- Area 1 – Proposte progettuali per la riqualificazione della Piazza Transalpina e per la realizzazione del centro transculturale EPICenter;

- Area 2 – Proposte e idee per la riqualificazione della fascia transfrontaliera da Salcano a Casa Rossa.

cartina parti 1 e 2

 

 

AREA 1

Parte 1: Piazza Transalpina/Trg Evrope

L'obiettivo del Concorso è la riqualificazione della Piazza Transalpina per consentire ai cittadini e ai visitatori di sperimentare la continuità storica del luogo e di accrescerne il valore culturale e storico con soluzioni innovative e originali, che rispettino i valori del paesaggio e del patrimonio culturale.

In questa parte del Concorso si richiede ai partecipanti la proposta di un'idea architettonica per la riqualificazione della piazza.

Parte 2: EPICenter

Piattaforma europea per l'interpretazione della storia del 20° secolo.

L'EPICenter sarà una nuova costruzione simbolica nell'area di Piazza Transalpina. L’edificio sarà destinato agli incontri e alle attività turistico-culturali per gli abitanti di entrambe le città - Gorizia e Nova Gorica.

La struttura offrirà mostre permanenti e spazi multiuso creati per incontrarsi, studiare, condividere storie e documentarne di nuove. Deve essere progettato per attrarre il pubblico di tutte le generazioni ed estrazioni sociali. Inoltre, il centro dovrebbe essere economicamente sostenibile, ovvero essere in grado di generare entrate o almeno essere utilizzabile per diverse iniziative, in modo che la struttura non debba dipendere interamente da fondi pubblici.

La missione principale dell’EPICenter è creare aree di incontro sul confine, per incoraggiare la socializzazione transfrontaliera con l'obiettivo di scoprire un'interpretazione condivisa del passato e pianificare il futuro di questo spazio comune di aggregazione.

Il primo e principale obiettivo dell’EPICenter è quello di migliorare la comprensione della storia di questa zona e del suo patrimonio, nonché di presentare il passato in tutta la sua complessità. L'obiettivo finale è contribuire alla costruzione di una società tollerante e sensibilizzare sulle diverse prospettive e interpretazioni. 

AREA 2

Proposte e idee per la riqualificazione della fascia transfrontaliera da Salcano a Casa Rossa.

I partecipanti dovranno delineare un’idea progettuale sull’inclusione di questa area più ampia all'interno del processo di coesione transfrontaliera del territorio, collegando i singoli elementi per formare un continuum che si estende da Casa Rossa a Salcano, aumentando così l'importanza del progetto Transalpina EPICenter.

area two

 

 

 

 

Foto: M. Pelikan, L. Caharija, D. Verlič

CALENDARIO DEL CONCORSO

Aggiornamento del calendario del Concorso internazionale di idee per la riqualificazione urbanistica dell’area della Piazza Transalpina a causa dell'attuale emergenza epidemiologica COVID-19
A causa dell'attuale emergenza epidemiologica COVID-19, in accordo con il Secrétariat Général de l'UIA e in base alle disposizioni UNESCO per i concorsi internazionali, i singoli termini previsti dalla “timetable“ sono stati posticipati rispetto a quando previsto dall’avviso pubblicato in data 25 febbraio 2020.
Il termine per la registrazione al concorso è stato posticipato al 1° giugno 2020, mentre quello per il ricevimento dei progetti al 31 agosto 2020.

new timetable

 

 

PREMI E MENZIONI ONORARIE

Il totale dei premi del concorso ammonta a 48.000,00 EUR. La giuria assegnerà tre premi che saranno ripartiti come segue:

1.  Premio 25.000,00 EUR

2.  Premio 15.000,00 EUR

3.  Premio 8.000,00 EUR

Tutte le somme sono al netto dell'IVA (esclusa IVA). Sono esclusi premi ex-aequo.

La giuria potrà decidere di assegnare fino a tre menzioni onorarie per i progetti di speciale interesse.

 

 

REGISTRAZIONE AL CONCORSO

Il concorrente si iscrivere al concorso inviando una richiesta, con indicazione del nome e dell'indirizzo e-mail a cui inviare le informazioni relative al concorso, al seguente indirizzo di posta elettronica: procurement@euro-go.eu .

Il responsabile del concorso fornirà al partecipante un CODICE. Questo CODICE è necessario per registrarsi sul portale degli appalti pubblici in forma anonima. Il partecipante riceverà una password temporanea per accedere al portale degli appalti pubblici. Usando questa password, che può essere cambiata in una nuova e definitiva, il concorrente accederà al portale per la trasmissione della proposta di progetto.

Per chiarimenti in merito alle procedure tecniche e operative, contattare l'assistenza tecnica al seguente indirizzo di posta elettronica: procurement@euro-go.eu .

 

 

PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

La presentazione degli elaborati può avvenire esclusivamente in via elettronica su:

https://app.albofornitori.it/alboeproc/albo_gectgoeproc

 

 

GIURIA, ESPERTI E MANAGER

jury

 

 

PARTNER

partners

                                                                

 

LA DOCUMENTAZIONE DI GARA UFFICIALE DEL CONCORSO È DISPONIBILE AL SEGUENTE COLLEGAMENTO:

International Architectural Ideas and Project Competition for the Urban Development of the “Piazza Transalpina / Trg Evrope” Square

Documenti

Notizie correlate

  • 27.04.2020

    Calendario del Concorso internazionale di idee per la riqualificazione urbanistica dell’area della Piazza Transalpina - Nuovi termini per registrazione e ricevimento progetti

    A causa dell'attuale emergenza epidemiologica COVID-19, in accordo con il Secrétariat Général de l'UIA e in base alle disposizioni UNESCO per i concorsi internazionali, i singoli termini previsti ...

    Leggi l'articolo