Questo sito utilizza cookie. Utilizzando i nostri servizi, si accettano le modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più sull'utilizzo nel sito e per leggere come disabilitarne l'uso:

Privacy e Cookie

Inaugurazione simbolica lavori progetto Isonzo- Soča

12.02.2019
taglio rete

Con il taglio della rete che separa via degli Scogli da Pot na Breg (la via slovena che conduce fino al Kajak Center di Salcano), avranno simbolicamente inizio i lavori di costruzione dei percorsi ciclopedonali previsti dal progetto europeo Isonzo- Soča, finanziato dal Programma Italia- Slovenia V-A 2014-2020 e gestito dal GECT GO in qualità di beneficiario unico in collaborazione con i comuni fondatori Gorizia, Nova Gorica e Šempeter-Vrtojba.

Saranno il sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna, e il sindaco di Nova Gorica, Klemen Miklavič, a togliere la rete, il 13 febbraio alle 9.30, consentendo così ai cittadini di fruire, da subito, di un percorso in mezzo al verde in territorio transfrontaliero, tangente, per alcuni tratti, il fiume Isonzo. I lavori di costruzione della ciclabile che interessano questo tratto prenderanno il via entro la fine dell’anno. Dei quattro lotti di lavori previsti dal progetto, il primo a partire sarà quello che prevede la realizzazione di opere infrastrutturali per l’area ricreativa di Vrtojba. I lavori, che hanno richiesto la pubblicazione da parte del GECT GO, soggetto di diritto italiano, di un bando sulla Gazzetta ufficiale slovena, sono in fase di affidamento. 

I lavori previsti all’interno del progetto Isonzo-Soča sono divisi in 4 lotti. Via degli Scogli è inserita nel terzo lotto di lavori, che partirà appunto entro il 2019. Il terzo lotto prevede la realizzazione di un itinerario ciclabile e pedonale lungo il confine, che collega Salcano alla piazza Europa/Transalpina attraverso via degli Scogli. Dalla Transalpina i percorsi ciclabili esistenti consentono di proseguire fino al valico del Rafut e da qui la ciclovia prosegue a sud verso Vrtojba. 

Entro metà febbraio verrà pubblicato il bando di gara per la progettazione del lotto 4, che prevede la realizzazione di percorsi ciclopedonali in Italia da via degli Scogli a Parco Piuma e fino a Straccis. I percorsi consentiranno la fruizione di un’area paesaggistica di grande interesse, consentendo ai turisti la conoscenza diretta delle produzioni della rosa di Gorizia e delle vigne vocate alla produzione dell’Isonzo DOC. Saranno ripristinati anche alcuni percorsi pedonali che consentono di raggiungere le sponde del fiume Isonzo e delle spiagge naturali di grande bellezza.

I lavori infrastrutturali del progetto, la cui conclusione è prevista entro il 2021, miglioreranno la fruibilità dell'area e ne aumenteranno l'attrattività per cittadini e turisti. Il progetto Isonzo- Soča ha una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro e prevede la realizzazione di una rete transfrontaliera comune di percorsi ciclabili e pedonali che formerà un parco urbano transfrontaliero, la predisposizione di infrastrutture ricreative che valorizzeranno il territorio quale destinazione turistica ed infine la costruzione di un brand identificativo per una comunicazione capace di intercettare anche i flussi di visitatori non locali.